• +39 0331 544358
  • ualz.legnano@gmail.com

Cari Soci anche l’anno accademico 2017/2018 è arrivato a conclusione. Qualche intoppo o contrattempo c’è stato ma, grazie alla disponibilità dei volontari ed alla comprensione dei Soci, è stato superato. UALZ, come altre associazioni di volontariato, opera in un contesto economico e sociale oggettivamente problematico,  cercando di svolgere con responsabilità un ruolo di “punto di aggregazione”.

Ad inizio del nostro mandato, nel novembre 2016 raccogliendo anche l’esperienza lasciata dall’arch.Turri, ci eravamo posti come traguardo principale quello di sviluppare il progetto per una sede sociale nuova, adeguata alle aspettative ed esigenze dei nostri ormai quasi mille soci. In questo percorso abbiamo dovuto adeguare le nostre aspettative alla necessità di dialogare con due amministrazioni comunali ed i relativi conti economici. L’Amministrazione Fratus ci ha confermato che siamo in dirittura d’arrivo per quanto riguarda l’inizio dei lavori di ristrutturazione del complesso “Cantù”, anche se la data di disponibilità dell’edificio non è ancora ben definita. Vi sono inoltre due punti da vagliare con gli esponenti tecnici del Comune: la presenza e gestione della CPAI (Scuola per Adulti) in 4 aule al piano terreno; la convenzione economica che l’Amministrazione Comunale deve predisporre e che UALZ deve valutare in un’ottica di equilibri di gestione corrente. In questi due anni, grazie al vostro sostegno, a una costante vigilanza sulle spese correnti e al risparmio sulle voci riscaldamento ed energia, siamo riusciti ad accantonare un “tesoretto” per lavori di adattamento delle aule e per il trasloco. Nel prossimo anno accademico dovremo trovare “la quadra” (come dicono i nostri politici) tra investimenti (i corsi e la gestione) e le risorse a disposizione, auspicando un trattamento “sociale” da parte del nostro Comune, così come accade nei Comuni limitrofi per le Associazioni del Terzo Settore (ATS) che operano nel nostro segmento culturale.

Ho citato le ATS di cui noi facciamo parte come Associazione di Promozione Sociale (APS), per introdurre un argomento, certamente non brillante, che riguarda la nuova Legge che governa e governerà il futuro del Terzo Settore e delle Associazioni a base non profit.

La faccio breve per evitarvi argomenti molto tecnici. Il 2 agosto 2017 è stato pubblicato il D.Lgs 3.7.2017 n. 117, denominato Codice del Terzo Settore, che prevede in sostanza la costituzione di un RUNTS ovvero Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (noi come APS siamo già in nota per l’iscrizione) entro il febbraio 2019. Per i meno scaramantici faccio notare la ripetizione nelle date del numero 17 !

In sostanza questa Legge si pone l’obiettivo di regolamentare finalmente le varie Associazioni imponendo determinate regole uguali per tutti. Queste nuove regole andranno recepite in una modifica degli Statuti entro febbraio 2019 per usufruire di agevolazioni fiscali altrimenti onerose (ad esempio l’esonero dall’intervento notarile e dalle imposte di registro). Noi stiamo già muovendoci e per l’inizio del nuovo a.a. avremo pronta la Bozza del nuovo Statuto che verrà sottoposta all’approvazione dell’Assemblea dei Soci nel novembre del 2018. Come al solito vi sono già state modifiche al Decreto e ce ne saranno sicuramente altre da qui al 2019. Quello che conta per voi Soci è che la UALZ è già operativa sulla maggior parte delle modifiche richieste da almeno tre anni per un criterio di trasparenza che ci ha sempre contraddistinti. Il nuovo sito WEB UALZ.ORG è una delle pietre angolari su cui riteniamo di costruire parte del futuro della UALZ.

Ho citato il Sito per invitarvi a visitarlo, esplorarlo affrontando le “incognite” dell’informatica con fiducia. Questo anche in vista delle nuove iscrizioni che usufruiranno di una informatizzazione elevata da parte nostra e di maggiore facilità nei versamenti delle quote sia per la parte burocratica (abbiamo anche il nuovo obbligo relativo alla Privacy entrato in vigore il 25 maggio 2018) sia per quella economica, con l’attivazione del punto Bancomat/POS UALZ.

Direi che per il momento vi ho annoiato a sufficienza ma, prima di chiudere, permettetemi di ringraziare tutti i volontari, in particolare i docenti, i Comitati: Direttivo e Didattico per la collaborazione e la pazienza. Un grazie particolare al nostro Rettore Nuccia Razzini, a Mario, a Marco, a Carla, Angela, Franco, alle due “girls” della Voce: Alba e Daria. Grazie a tutti Voi Soci per consigli e lamentele. Un appuntamento musicale vi aspetta per dirvi GRAZIE, i nostri amici della Band “Astenersi Perditempo” torneranno il 15 Ottobre per l’inaugurazione del a.a. 2018/2019 al “Tirinnanzi” Mi auguro di vedervi in tanti e, se volete, parliamoci anche “via mail” nell’attesa.

 

 

Il Presidente

Diego Dabergami

 

Gentili soci,

l’anno, accademico appena concluso è stato caratterizzato da un’ampia e crescente partecipazione ai corsi e a tutte le attività proposte.

La vostra Associazione è sempre più conosciuta ed apprezzata, grazie anche al potenziamento della comunicazione (sito internet, ampio utilizzo degli strumenti informatici, la nostra rivista  “La voce della Ualz”). Stiamo preparando il programma per il prossimo anno accademico, cercando di rispondere il più possibile anche alle richieste degli iscritti, pur con le limitazioni e i vincoli posti dalla attuale disponibilità logistica.

Le nuove proposte saranno illustrate in un Open day che si terrà martedì 4 settembre p.v. e di cui sarà comunicato sollecitamente il programma.

Subito dopo nei giorni giovedì 6 e venerdì 7 settembre p.v. si apriranno in sede le iscrizioni riservate a coloro che hanno già frequentato i corsi di lingue e di informatica e che intendono proseguire nei livelli successivi nell’anno accademico 2018/19. Quest’anno sarà possibile iscriversi con le stesse modalità anche per le “attività motorie”.

Lunedì 10 settembre inizieranno le iscrizioni generali.

Quest’anno saranno rese più agevoli dall’allestimento di tre postazioni informatiche per la raccolta delle iscrizioni e dalla disponibilità di un terminale bancomat per il pagamento.

L’anno accademico si aprirà lunedì 1 ottobre con l’inizio dei corsi e dei laboratori e con il primo incontro presso la Sala Ratti, nel quale il prof. Sergio Breda commenterà un centenario destinato a segnare la storia del Novecento: “La fine della Prima Guerra mondiale e i conseguenti trattati di pace”.

L’inaugurazione presso il Teatro Tirinnanzi lunedì 15 ottobre sarà “in allegria” come augurio per un anno accademico stimolante ma anche divertente, con il gruppo “Astenersi perditempo” che, dopo l’applaudita ed empatica esibizione nell’anno accademico 2017/18 ci è stato calorosamente richiesto da molti nostri soci.

Le attività si chiuderanno il 31 maggio 2019.

A tutti auguriamo un’estate riposante e piacevole. Arrivederci a Settembre.

 

Il rettore Ualz

Annunciata Razzini

martedì 4 settembre p.v.  – Open day

 

giovedì 6 e venerdì 7 settembre p.v. –  iscrizioni riservate a coloro che hanno già frequentato i corsi di lingue e di informatica e che intendono proseguire nei livelli successivi nell’anno accademico 2018/19. Quest’anno sarà possibile iscriversi con le stesse modalità anche per le “attività motorie”

 

Lunedì 10 settembre inizieranno le iscrizioni generali

 

 

L’anno accademico si aprirà lunedì 1 ottobre

 

Le attività si chiuderanno il 31 maggio 2019.

Cari soci,

.

vorremmo proporre  a tutti voi per l’Anno Accademico 2018 /19 un breve corso sugli ultimi avvenimenti  della grande guerra dopo Caporetto e sui problemi del dopo guerra.

Se avete conservato nelle vostre case  qualche testimonianza scritta o muta (lettere, cartoline, foto o anche ricordi di episodi  che vi sono stati narrati)  del nostro passato, relativo a quegli anni, ci sarebbe utile poterli consultare per arricchire il nostro narrare: la grande storia si intreccia sempre con i fatti della quotidianità e della gente comune.

La si vive “insieme” ed è bello pure riviverla con il contributo di tutti.

Potete lasciare i vostri documenti in segreteria Ualz, consegnandoli al signor Franco; sarà poi nostra cura restituirveli, a fine lavoro.

Vi ringraziamo e vi salutiamo con la consueta cordialità.

.

 Il rettore Nuccia Razzini

               Rita Della Berta

Iscrizione
Newsletter