• +39 0331 544358
  • ualz.legnano@gmail.com


Dettaglio eventi


Sezione cultura

 

Lunedì 10 maggio 2021 – ore 15.00

in videoconferenza

YouTube – canale ualz.legnano

 

 

 

Quante storie nella Storia

Vite comuni sullo sfondo dei grandi eventi:

una prospettiva dal basso

 

 

La storia dal basso: il nostro tempo si differenzia dai secoli precedenti per l’attenzione all’uomo della strada. Oggi lo storico si interessa non solo alle guerre, ai grandi personaggi, agli intrighi dei potenti, ma anche alla vita sociale del passato, alla gente comune, ai vissuti e alle esperienze personali che costituiscono una parte importante della memoria storica individuale e sociale.

Le riflessioni storiografiche tendono a recuperare le soggettività e i vissuti dal “basso” per osservare l’impatto degli avvenimenti sugli individui. Nascita di Archivio diaristico e Banche della memoria. Il Diario di Pierino Gelati, da soldato in Libia a prigioniero in Gran Bretagna. Cenni ad altre “storie”.

 

 

Relatore

ANNA DI SAPIO

 

Oltre al lavoro di docente di lettere, un’esperienza molto importante, dal punto di vista professionale e umano, è stato il lavoro nel CRES (Centro Ricerche Educazione allo Sviluppo).

Il CRES, è stata un’associazione di docenti, che per più di venti anni ha affiancato il servizio educativo di una Ong milanese, impegnata in progetti di cooperazione internazionale per combattere gli squilibri tra Nord e Sud del mondo e sperimentare stili di vita sostenibili. I viaggi nelle aree urbane e rurali di Burkina Faso, Benin, Guinea Bissau sono risultati altrettanto formativi dal punto di vita umano, conoscitivo, culturale.

L’obiettivo del Cres era sostanzialmente quello di impegnarsi in due ambiti: la ricerca e lo studio da un lato, la produzione di materiali pedagogico-didattici, la formazione e l’aggiornamento degli insegnanti dall’altro.

Tra i risultati : la creazione della rivista didattica “Strumenti” e molte pubblicazioni tra cui: Noci di cola e vino di palma. Letteratura dell’Africa subsahariana in un’ottica interculturale (1997); Arcipelago mangrovia. Narrativa caraibica e intercultura (2003); Il lontano presente: l’esperienza coloniale italiana. Storia e letteratura tra presente e passato (2009); Nutrire i diritti dei popoli. Percorsi di cittadinanza per scuole e territori sulla sovranità alimentare, edito in occasione dell’EXPO dei popoli (2015).

Come formatrice Cres ho tenuto corsi sulle letterature africane e caraibiche, sulle scritture migranti, e L’«Altro» nel nostro immaginario, nelle scuole e nelle biblioteche, questo mi ha dato l’opportunità di entrare in contatto con varie realtà italiane.

Attualmente il mio impegno di studio e ricerca continua all’interno di IRIS (Insegnamento e Ricerca Interdisciplinare di Storia), un’associazione di didattica della storia, e di un Gruppo di lettura denominato “Letterature altre”.  Ultimo lavoro: un ebook per le scuole “Il colonialismo italiano in Africa tra passato e presente”, coautrice Marina Medi, uscito nel 2020 con licenza Creative Commons.