• +39 0331 544358
  • ualz.legnano@gmail.com

Benvenuti nel sito di UALZ


Dettaglio eventi

  • Data:
  • Categorie:

Visita al Museo Leoncavallo

Brissago (Svizzera) – venerdì 17 maggio 2019

 

Nel 2019 ricorre il centenario della scomparsa del m° Ruggero Leoncavallo, compositore noto al grande pubblico per l’opera lirica PAGLIACCI e per la celeberrima “Mattinata”.

Leoncavallo ha molto amato Brissago, cittadina posta sulla sponda svizzera del lago Maggiore, dove vi ha soggiornato per diversi anni e dove pure aveva fatto costruire la propria villa (demolita nell’immediato dopoguerra).

Il comune di Brissago, riconoscente per tale predilezione del Maestro nei confronti di questo luogo incantevole, ha onorato la sua memoria provvedendo a dare una degna sepoltura all’illustre ospite ed a sua moglie nonché a sostenere la creazione e la gestione di un museo a lui dedicato.

Il museo si trova all’interno del maestoso palazzo barocco Branca-Baccalà e raccoglie documenti e cimeli del compositore.

In una prima sala è presente una completa biografia del musicista, corredata di ritratti e fotografie. In una seconda sala ci sono le composizioni delle sue principali opere e operette: «I Pagliacci», «I Medici», «La Bohème». Si tratta di edizioni rarissime.

L’ultimo locale offre la ricostruzione della sala da studio di Leoncavallo, ricreata con il mobilio, le librerie ed il pianoforte Erart appartenute al Maestro durante il suo soggiorno a Brissago.

In via del tutto eccezionale la Presidenza del Museo ci ha concesso l’utilizzo di tale pianoforte per un “concerto” a noi riservato.

 

COSTO 60 EURO

Le prenotazioni si possono effettuate presso la segreteria Ualz da lunedì 8 aprile in mattinata

 

Programma: (ad eccezione dell’orario di partenza gli orari sotto riportati sono puramente indicativi)

Partenza da Legnano:

ore 7.30      Largo F. Tosi;

ore 7.40      Parcheggio cimitero Legnano

ore 9.45      Arrivo a Brissago e visita alla tomba del Maestro;

ore 10.30    Visita al Museo;

ore 11.00    Inizio concerto* al pianoforte tenuto dal m° Francesco Miotti**;

ore 13.00    Arrivo a Cannobio per pranzo;

ore 16.00    Ritorno con breve sosta ad Ascona;

ore 17.30    Partenza per Legnano (via Locarno — Como)

ore 19.00   Arrivo a Legnano

 

AVVISI IMPORTANTI

Trovandosi il Comune di Brissago in territorio elvetico è fondamentale munirsi di carta di identità o passaporto in corso di validità;

Il numero di posti a sedere nella sala in cui è presente il pianoforte con il quale verrà eseguito il concerto è limitato e per le eccedenze sarà necessario accontentarsi della presenza nei due locali attigui del museo.

*Programma concerto:

 

 

Ruggero Leoncavallo

 

INTERMEZZI dalle opere:

 

 

 

 

 

Jules Massenet

 

Ruggero Leoncavallo

 

 

 

Giuseppe Verdi – Nino Rota

 

 

 

“Prologo” da Pagliacci

“Mattinata” romanza

PAGLIACCI di R. Leoncavallo;

CAVALLERIA RUSTICANA di P. Mascagni;

FEDORA di U. Giordano;

ADRIANA LECOUVREUR di F. Cilea;

MANON LESCAUT di G. Puccini

 

“Meditation” da THAÏS

 

Due pezzi per pianoforte:

“Pierrot innamorato”;

“Danza spagnola”

 

“Valzer” dal GATTOPARDO

** Francesco Miotti

Nato a Varese, ha studiato pianoforte presso il Civico Liceo Musicale, sotto la guida del M° Ugo Amadei, diplomandosi al Conservatorio “G. Verdi” di Milano all’età di diciannove anni. Ha frequentato corsi di Composizione con i Maestri Bruno Bettinelli e Niccolò Castiglioni e di Direzione di coro con il M° Franco Monego.

Ha diretto la “Corale lirica Arnatese” di Gallarate e la “Corale San Vittore” della Basilica di Varese dove presta tutt’ora il suo servizio di organista liturgico dal 1971.

E’ attivo come pianista accompagnatore di cantanti e ripassatore di spartiti.

Con il “Gruppo Polifonico Josquin Després“, da lui fondato nel 1982, svolge un’intensa attività concertistica collaborando anche con diverse formazioni orchestrali: in particolare con l’orchestra varesina “I. Pizzetti”, formata da giovani musicisti e diretta dal M° Enrico Saverio Pagano. Dal 1997 è docente di ruolo di “Pratica dell’accompagnamento al pianoforte” e pianista collaboratore nelle classi di Canto lirico presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como.