• +39 0331 544358
  • ualz.legnano@gmail.com

LA CONCEZIONE DEL TEMPO

Con la collaborazione del prof. Valter Bottini
 
Longa est vita si plena est (Seneca, Epistolae ad Lucilium,93,2)
 
Il corso si articola sull’intero anno (da ottobre a maggio) con incontri settimanali (il martedì mattina) comprendenti un momento espositivo e un momento dialogico, secondo una modalità sperimentata negli anni precedenti e giudicata positivamente anche dai partecipanti.                       
Si propone un percorso complementare di filosofia e letteratura su di un tema sviluppato in modo diacronico, rintracciabile direttamente o indirettamente in diversi autori, all’interno di un più    ampio contesto culturale.
 
Il tema del tempo, già centrale nel mondo greco, può suscitare un richiamo alla libertà spirituale e all’interiorità (Seneca, Agostino, Petrarca), o un invito a cogliere l’ “attimo fuggente” ( il carpe diem di Orazio, i Canti carnascialeschi di Lorenzo il Magnifico). Vi è poi una nuova concezione del tempo, legata ai valori laici dei mercanti, che troviamo già nel Quattrocento, ma che vediamo rappresentata in maniera più significativa nel Settecento nelle commedie di Goldoni.
Nel Novecento la percezione del tempo viene rivoluzionata dalle nuove scoperte filosofiche e scientifiche: H: Bergson parla del tempo interiore come “durata” e questa concezione si rifletterà anche sulle nuove forme letterarie. Legata al tempo è anche l’idea della memoria: la poesia eternatrice per Foscolo e la poesia come “rimembranza” in Leopardi, la ricerca di senso sospesa tra passato e futuro di Calvino.
 
Programma di massima
    • Il tempo nel mondo greco: i presocratici e Aristotele; gli stoici
    • Il tempo “interiore”: Seneca, Agostino, Petrarca
    • Il tempo del mercante e il tempo della Chiesa (Tommaso)
    • Il tempo che fugge: Orazio, Lorenzo il Magnifico
    • Da Spinoza a Kant
    • Progresso e dialettica: Illuministi ed Hegel
    • Tempo e guadagno: i mercanti di Goldoni
    • Tempo e memoria: la poesia eternatrice di Foscolo
    • Tempo e memoria: la rimembranza in Leopardi
    • Kierkegaard e Nietzsche
    • Il tempo come durata: Bergson
    • Husserl e Heidegger
    • Tra passato e futuro: la ricerca di Italo Calvino
 



Numero max partecipanti al corso: 30
Quota di partecipazione € 60.00